Fara San Martino

Benvenuti a Fara San Martino

Location

Fara San Martino è la Porta della Majella. Il borgo è immerso nella splendida area naturalistica del Parco Nazionale della Majella ed è “capitale mondiale della pasta”, ma anche immortalata dal pittore olandese Maurits Cornelis Escher in una xilografia del 1929: un’incisione su legno in cui il borgo abruzzese viene ritratto tra gradinate, rampe che si inerpicano in verticale e campi.

Vedere

Il centro storico di Fara San Martino custodisce molti tesori da visitare a partire dall’antico borgo medievale di Terra Vecchia e da Palazzo Di Cecco, un edificio residenziale su due livelli più seminterrato, scanditi all’esterno da cornici marcapiano, e finestre decorate. Il portale presenta superiormente un arco a tutto sesto.

Scoprire

L’aspetto naturalistico rappresenta un tassello fondamentale per lo sviluppo turistico di Fara San Martino. Numerose sono le grotte di natura carsica presenti sul territorio come la grotta “Porca degli Angeli”, la grotta del “Peschio”, quella dei “Diavoli” e “de li Trazzir”. Particolarmente suggestive sono le sorgenti del Fiume Verde e le Gole di S. Martino (dove è possibile vedere i resti dell’omonima abbazia).
La possibilità di organizzare passeggiate, giornate di trekking e escursioni a cavallo sono una delle peculiarità di questo borgo.

Gustare

La pasta rappresenta la specialità gastronomica per eccellenza di Fara San Martino. Accanto ad essa troviamo prodotti ottenuti da materie prime locali come l’olio extravergine d’oliva, il pecorino, e la ricotta.
Tra le ricette tradizionali spiccano il ragù d’agnello, i tarallucci lessati, gli uccelletti ripieni, i mostaccioli, gli amaretti e i cajiciunitte, tipici del periodo natalizio.

Get Updates & More

Thoughtful thoughts to your inbox